Trasferirsi a Londra: consiglio n. 3 – RICERCA LAVORO

Immagine

Questo argomento credo sia per tutti coloro che pianificano di trasferirsi qui a Londra, un punto cruciale, quello che spaventa di più e che rende le idee incerte e confuse.

Devo cercare lavoro dall’Italia?
Devo affidarmi ad un’ agenzia?
Devo tradurre il mio cv in inglese ma come?
Devo sapere bene l’inglese per ottenere un impiego?
Potro’ mantenermi in una città costosa come Londra?
E tante altre domande che anche io mi sono fatta…..
Nel precedente post mi sono soffermata sulla ricerca dell’appartamento tramite l’agenzia per cui il mio personale punto di vista dovrebbe essere chiaro. Non affidatevi ad un’agenzia.
Per quanto riguarda la ricerca di lavoro dall’Italia ancora una volta sono in disaccordo: io personalmente non ho nessuna laurea quindi sapevo già che sarei arrivata e avrei trovato quello che mi sarebbe capitato. Se volete intraprendere una carriera ed utilizzare il vostro titolo di studio beh….è un altro discorso. Potete cercare gli annunci di lavoro tramite siti di reclutamento così da ottenere un colloquio ma credetemi….è davvero difficile fissare un appuntamento a Londra se non siete già qui. Avete bisogno di conoscere un attimo come la città è strutturata e le tempistiche per raggiungere i vari luoghi degli appuntamenti, in più se non sapete ancora dove sarete ad alloggiare il tutto diventa molto complicato.
Da quanto ho potuto vedere in questo anno trovare lavoro non è complicato se ci si accontenta.
Io non ero quasi capace di parlare una parola d’inglese, figuriamoci mettere insieme una frase più lunga di 3 parole….! Ma nonostante questo ho trovato lavoro in una gelateria la seconda settimana che ero qui a Bayswater di fronte ad Hyde Park (il parco più grande ed importante di Londra) che tanto per la cronaca è una delle zone più famose della città perché vicino a Notting Hill. Il capo mi ha dato fiducia e ha visto che probabilmente ero piuttosto in gamba nonostante non sapessi bene la lingua. Beh, dopo circa 5 giorni avevo le chiavi del negozio e lo gestivo da sola ogni giorno per qualche ora. Il secondo giorno mi ha fatto fare il training ad una nuova ragazza il che significa che le ho dovuto insegnare il mestiere. La stessa cosa mi è successa con il mio secondo lavoro, quello che ho tuttora. Ciò che voglio dire è che credo dipenda dalle persone….SE VALI QUI HAI LA POSSIBILITA’ DI FARE E DIMOSTRARE QUANTO VALI.

Ecco come funziona la ricerca del lavoro:

  • Prepari il tuo cv di UNA PAGINA! Se hai tante cose che vorresti inserire ti avverto già che qui non sono importanti per il 95% dei datori di lavoro. Questo è un MERCATO VELOCE, CON TANTISSIMA RICHIESTA, non hanno tempo di leggere se hai fatto un corso di decoro ad uncinetto o se vuoi diventare un insegnante di yoga se stai facendo domanda di lavoro a ristoranti! Quindi ELIMINA TUTTO IL SUPERFLUO e soprattutto ADATTA IL TUO CV in base a dove stai cercando lavoro. Non diventare matto a riscrivere 1000 cv, semplificane uno che possa andare bene per la maggioranza. Nell’elenco dei lavori svolti TAGLIA la descrizione delle mansioni all’osso.  
  • IL TUO CV DEVE ESSERE UN ELENCO CHIARO E SINTETICO. Tutti i tuoi dettagli, e-mail, numero INGLESE e INDIRIZZO DI RESIDENZA INGLESE (se non ce l’hai metti quello dell’ostello!)– Elenco dei lavori svolti

– Titolo di studio
– Titoli/Master/corsi conseguiti
– Lingue
– Breve descrizione delle vostre abilità migliori

  • STAMPA IL CV in 50 copie. Puoi andare in biblioteca o recarti in una copisteria ( e per copisteria non intendo i negozi di cartoleria come Ryman, si fanno pagare per l’uso della tua USB nella loro stampante), NON USARE I NEGOZI OFF-LICENSE per stampare tante copie (questi tipi di negozi vendono un po’ di tutto: cibo, alcolici, giornali, ricaricabili per telefonini). 
  • COMINCIA A DISTRIBUIRE un po’ dappertutto. Ogni giorno recati in una zona della città ed entra a lasciare il tuo cv, non essere nervoso, o almeno non darlo a vedere. Entra, chiedi se cercano personale, in ogni caso chiedi di lasciare il cv, se parli con un manager dai una bella stretta di mano sicura e fai un grande sorriso!
  • CERCA FRA GLI ANNUNCI ON-LINE. Vi ho già parlato di http://www.gumtree.com, è un sito di annunci di tutti i tipi ed è il più famoso qui in Inghilterra. Nella sezione JOB ci sono decine e decine di offerte.
  • QUANDO VERRAI CONTATTATO/A ti verrà chiesto di presentarti per un colloquio di persona e per il TRAINING che sostanzialmente è una prova del lavoro che va dalle 2 alle 8 ore. Ti verrà quindi richiesto di lavorare come fossi già assunto e questo credo sia un grande punto di forza della mentalità inglese.
  • DOPO IL TRAINING vi diranno se fate al caso loro o meno. Se siete andati bene probabilmente comincerete il giorno dopo altrimenti tanti saluti e arrivederci. Veloce, sintetico. Così come se vai bene ti prendono immediatamente e ti danno responsabilità, se non vai bene chiudono la porta e ti dicono Goodbye! Lo stesso discorso se cominci il lavoro ma dopo un po’ dimostri di non fare più al caso loro ti lasciano a casa senza molti problemi. Questo è uno stimolo forte ad impegnarsi e non fare i furbi come spesso gli italiani si dimostrano!
    Così funziona qui.

Questo un po’ il riassunto sul tema LAVORO  a Londra. A questo punto non resta che augurarvi Buona Fortuna!

Trasferirsi a Londra: consiglio n. 2 – RICERCA APPARTAMENTO

Immagine

Anche questo argomento è importante da affrontare, quindi con un bel sottofondo di Ligabue, Certe notti, cominciamo l’articolo!

Non ho idea di quante ore ho sprecato cercando appartamenti dall’ Italia. Credo sia la cosa più inutile da fare insieme alla ricerca di lavoro quando ancora si è in patria; esistono alcuni siti web che qui in Inghilterra vengono usati per la ricerca appunto di casa e lavoro. Di seguito i nomi:

  • http://www.gumtree.com/london
  • http://uk.easyroommate.com
  • http://www.spareroom.co.uk

Questi sono 3 dei siti maggiormente usati e di cui mi sono avvalsa anche io numerose volte. Il problema della ricerca quando ancora si è in Italia è che, primo solitamente non si sa molto la lingua e capire un annuncio è un po’ complicato e secondo ci sono TANTI ANNUNCI FAKE che significa falsi, inesistenti, creati per spillare soldi ai “polli” tramite la richiesta di caparre e affitto anticipato.

Quindi il succo del discorso è: una volta qua, cercate un posto dove vivere, nel frattempo state in ostello. La mia esperienza? Beh, io ho trascorso due mesi e mezzo in ostello e devo proprio dire per fortuna che l’ho fatto!!! Mentre stavo in ostello ho trovato lavoro e ci sono rimasta per qualche altra settimana fino a che ho trovato una stanza in una casa (stanza tripla quindi con 3 letti singoli e 7 persone in appartamento, cosa piuttosto normale qui!)

Ora vi spiego un po’ come funziona l’affitto.
Anche in questo caso possono essere scelte delle agenzie che gestiscono le varie case ma io ripeto ancora una volta NO. Costano care, la più economica che ho trovato era 70 sterline da pagare una sola volta e loro in cambio ti cercano la casa, gestiscono il pagamento dell’affitto e delle bollette. SOLDI BUTTATI!

Come muoversi:

  1. cercate sui siti che vi ho fornito, leggete gli annunci attentamente, prediligete quelli con foto, segnatevi i dati del LANDLORD (colui che possiede o affitta)
  2. contattate la persona dell’annuncio per verificare che la stanza sia ancora disponibile. Se avete già un lavoro, cercate casa vicino ma vi avverto che quasi tutti, compreso i londinesi, almeno si fanno 30 minuti di metro per raggiungere il posto di lavoro. E’ una cosa normale.
  3. fissate la VIEWING ovvero la visita all’appartamento. Una volta sul posto verificate le condizioni generali e chiedete nuovamente i dettagli che erano nell’annuncio ad esempio quanto ammonta l’affitto, se TUTTE le bollette sono incluse e se la risposta è no chiedete quali sono escluse. Verificate ci sia il Wi-fi e se è compreso nell’affitto.
  4. NON BUTTATEVI sulla prima casa che capita, andate a vederne alcune poi decidete.
  5. se una casa vi piace, DITELO IL PRIMA POSSIBILE, il che significa anche finita la visita. Questo perché gli appartamenti vengono di solito affittati MOLTO VELOCEMENTE e se aspettate troppo potreste rimanere a bocca asciutta (a me è successo e ci sto ancora pensando 🙁 )
  6. Cosa si paga: al momento della decisione vi vengono richieste le seguenti cose: DEPOSITO (che poi viene restituito quando si lascia la casa), AFFITTO ANTICIPATO (solitamente di un mese)
  7. IL NOTICE: il notice è in parole povere avvertire il locatore che si vuole lasciare la casa. Alcuni chiedono di una settimana, altri 2 settimane, altri un mese ma ricordatevi di DARE IL NOTICE IN TEMPO o il deposito vi viene trattenuto e perderete quei soldi.
  8. PREZZI: variano ovviamente tantissimo. Vi propongo i miei esempi. Prima casa: Edgware Road, zona 1, ovest, comodissima alla tube (metro), stanza tripla piccola ma carina in un appartamento mini da condividere con altre 6 persone. Cucina piccola ma moderna piuttosto ben fornita, bagno pulito, SENZA MUFFA e carino, tutte le bollette incluse compreso Wi-fi, prezzo di 80 sterline a settimana, deposito di un mese e affitto di un mese anticipato. Seconda casa (quella attuale): Kilburn, zona 2 Nord ovest, 2 minuti a piedi dalla stazione metro, casa famiglia nella quale siamo in 13 e dividiamo 3 piani (uno è della famiglia che mi ospita), stanza tripla grande e luminosa ma vecchiotta, bagno in condivisione, cucina e salotto grandi e super forniti, tutte le bollette incluse compreso wi-fi e signora delle pulizie una volta a settimana, prezzo di 67 sterline a settimana. Pagato nessun deposito ma solo una settimana di affitto anticipato.

Spero di esservi stata d’aiuto, potete comunque contattarmi per qualsiasi cosa.

A presto!

 

 

Trasferirsi a Londra: consiglio n. 1 – AGENZIA o FAI DA TE?

Immagine

Voglio iniziare una serie di post incentrati su consigli rivolti a chi pensa ad un trasferimento o a chi ha già acquistato il biglietto aereo per Londra.

Questo primo post riguarda la possibilità di avvalersi di un’agenzia in loco che provvederà a tutto al posto tuo oppure ricorrere al fai da te.

La mia risposta prima di tutto è FAI DA TE! Di seguito le motivazioni.
Prima di partire per Londra un anno fa, ho trascorso un mese a fare ricerche su internet cercando di trovare il modo migliore per affrontare questo passo: la mia esperienza di viaggiatrice era piuttosto povera, in più sarei partita da sola e senza conoscenze una volta arrivata, con pochi soldi e senza conoscere la lingua (questi argomenti verranno trattati in post successivi!)

Esistono agenzie o siti web che offrono i seguenti servizi a pagamento:

  • ricerca lavoro (iscrizione ai centri di reclutamento personale)
  • ricerca alloggio
  • traduzione cv
  • aiuto nell’apertura conto corrente
  • aiuto con le pratiche per ricevere il NIN (National Insurance Number, che sarebbe il nostro codice fiscale)
  • Iscrizione al GP (General Practice, l’equivalente della mutua italiana)
  • Iscrizione a corsi di lingua inglese

Questi servizi come già detto sono a pagamento offerti sotto forma di PACCHETTI che variano a seconda di ciò di cui avreste bisogno.

Bene, secondo la mia esperienza è meglio RISPARMIARE I SOLDI e usarli per qualcos’altro sicuramente più utile.

Non c’è bisogno di una laurea per fare tutte queste cose: certo sono tante soprattutto quando si sta per fare un “salto nel buio” ma parlando con tantissimi italiani che si sono avvalsi di questi pacchetti non ne ho mai sentito uno parlarne bene! Tutti mi hanno detto “Soldi sprecati”!

Voglio solo puntualizzare una cosa di questa città: vi accorgerete che il tempo qui sembra avere una lunghezza diversa….In Italia 15 minuti equivalgono ad un’ora a Londra. Questo per dire che la metropoli è molto dispersiva, non ci si accorge delle ore che passano velocissime e si rischia di impiegare ore o giorni per concludere qualcosa…..FIDATEVI, chiedete a chiunque e vi dirà lo stesso! 🙂

Quindi importante: quando arrivate rimanete focalizzati su ciò che dovete fare e non perdetevi troppo nelle bellezze di questa città….almeno per qualche ora!
Al prossimo post gente!

Liberi di lasciare commenti e chiedermi info!