Pulizie di primavera!

IMG_4347

 

L’estate sta finendoooooo

e un anno se ne vaaaaaaa….

Come faceva quella famosa canzone!

Anche qui sembra proprio che l’estate stia arrivando agli sgoccioli, il sole non è più così caldo e il cielo è costantemente tappezzato di nuvole grigie cariche di pioggia. E cosa si fa qui? Le pulizie di primavera!!!

IMG_4346

Oggi è domenica, ore 14:10 (nel caso qualcuno si perda nei conti del fuso orario tra Italia ed Australia ci sono 9 ore in più qui!) e circa una settimana fa il comune ha distribuito dei volantini alla cittadinanza sponsorizzando una raccolta generale si rifiuti “ingombranti” nella giornata di domani, lunedì 10 Febbraio.

IMG_4354

Cosa succede?!

Che tutti fanno grandi pulizie nelle case e riempiono letteralmente i marciapiedi fuori dalle abitazioni con ogni sorta di oggetti che sono o rotti o vecchi!

IMG_4345

E cosa succede di conseguenza?!

Che oggi tutti vanno in giro con carrelli, auto e furgoni in cerca dell’occasione perfetta per rifarsi un salotto, per aggiungere qualche altro strano pezzo d’arredamento in casa:

IMG_4348

scene del tipo che passi davanti a casa del vicino e qualcuno ha il proprio baule prontamente spalancato cercando di caricarci dentro un vecchio divano arrugginito e senza nemmeno i cuscini, combattendo tra le dimensioni della porta d’entrata del baule (evidentemente troppo piccola!) e le dimensioni di quel pezzo d’arredamento risalente al primo dopoguerra (evidentemente troppo grande per quel baule!), con un piede appoggiato all’albero affianco cercando di fare leva per ficcarlo dentro a tutti i costi, con tanto di imprecazioni rivolte alla propria auto che poveretta……ha un baule troppo piccolo si sa!

IMG_4352

Scene divertenti che però in fondo mi hanno fatta pensare…Il riutilizzo, il salvare un oggetto dal diventare semplice spazzatura ed essere di nuovo un pezzo di arredamento ma in una casa diversa.

Subito mi è sembrata piuttosto “poco carina” l’idea di andare a bazzicare in giro e frugare nelle cose degli altri…ma poi mi sono resa conto che tanto di li a poche ore tutta quella roba in strada sarebbe solamente stata caricata su un camion del comune e schiacciata, demolita e poi buttata in una discarica.

IMG_4344

Quale spreco!
In più in questo modo si socializza anche 😉

Ehi mate (simpatico modo di chiamare le persone qui in Aussie) posso prendere quel pezzo di divano con un buco nella seduta che stai buttando? Io ho un armadio senza uno sportello in cambio!

La mia intervista al sito “Mollotutto”

mollotutto

Qualche settimana fa sono stata contattata con mia grande sorpresa da Massimo Dallaglio del sito web www.mollotutto.com.

Mi è stata richiesta un’intervista per testimoniare la mia esperienza come italiana in viaggio. Dopo aver ricevuto e risposto alle domande via email, l’intervista è stata pubblicata.

intervista mollotutto

Mi sento onorata dell’opportunità di condividere con tutti i visitatori del sito Mollotutto la mia esperienza all’estero, ciò che sta dietro al mio voler esplorare il mondo e rendere partecipe chiunque di questo.

Perciò voglio fare un ringraziamento speciale a Massimo per questa opportunità e al sito Mollotutto.com per ospitare le mie parole nel proprio spazio.

Questo il link per l’intervista

Che parole identificano gli italiani in Australia?

Oggi mi sento particolarmente ispirata per farmi una risata sulle parole dispregiative che si utilizzano per identificare gli italiani. Premetto che comunque questi termini non sono più così comuni e personalmente non ho mai avuto NESSUNA esperienza di questo genere.

Europa_mappa

Vorrei soffermarmi sul come veniamo “etichettati” qui in Australia visto che è questo il paese dove mi trovo ora. Ho contatti con persone australiane, che sottostando al il mio tartassamento di domande gentilmente mi hanno dato un’ idea delle PAROLE (dette anche slang) che ci  identificano qui nella terra dei canguri e dei koala.

Talvolta non è stato particolarmente piacevole ascoltare che definizione usa un popolo per descriverti! In ogni caso le ricerche vanno fatte 😉

Una di queste meravigliose parole è WOG.
Parola usata soprattutto per ITALIANI, GRECI o chi comunque viene dai paesi sud europei, popolazioni dalla pelle non bianca ma olivastra.

Origine: questo termine è stato introdotto e veniva usato sopratutto alla fine della seconda guerra mondiale, nel primo periodo di dopoguerra durante le grandi emigrazioni dall’Italia all’Australia appunto. 

Un secondo termine, in questo caso coniato proprio per noi italiani (quale vanto!) è DAGO.
Un’altra parola dispregiativa per “descrivere” appunto gli immigrati italiani e deriva dal nome spagnolo Diego. L’origine della parola Dago risale al 1800 quando veniva usata dai marinai inglesi per riferirsi agli spagnoli e portoghesi.

Nel 1900 invece divenne il termine dispregiativo con il quale gli americani si riferivano agli italiani (questo dovuto alla grande immigrazione verso gli Stati Uniti avvenuta dopo la guerra)

Consiglio per sdrammatizzare il post? Guardatevi il film “The Wog Boy”….esilarante!

TheWogBoyMOVIE

Conoscete altri termini??? Lasciate un commento e aggiornerò la mia “lista”!

Un tocco di personalità

Image

Oggi sono uscita di casa per andare a fare la spesa e mi cade l’occhio su una roba rosa sulla strada….era una targa di un’auto!
Traduco cosa c’era scritto per chi non mastica l’inglese:

Sono povero

Beh, devo onestamente dire che qualche parolaccia mi è balzata nella mente e che già per il fatto che hai una Subaru come macchina mi lascia pensare che un poveretto proprio non sei e che la povertà è ben altra.

Non mi è particolarmente piaciuta questa personalizzazione della targa che qui è sì possibile….ma il tatto ed il buon senso non dovrebbero dirti che forse è un tantino troppo scrivere di essere povero quando hai sotto al sedere una macchina così e non un catorcio di 50 anni fa?!

Ovvio, mia personale idea.

Sarà il fatto che non amo le persone che fanno come si dice qui “Show off” che significa ostentare, far vedere una certa posizione economica….ma voglio prenderla sul ridere!

Si, prendiamola così e facciamoci due risate sulle altre personalizzazioni di targhe che ho visto in giro tipo: palme, canguri, la scritta “I’m home” (sono a casa), nomi di persone e/o animali e per dare il tocco finale una con scritto: The King (il re).

Viva la libertà di espressione 😉

 

Sondaggio: viaggereste soli per il mondo?

532421_3920697707791_657596123_n

Oggi ho pensato di creare un sondaggio: vorrei sapere quanti di voi sarebbero disposti ad intraprendere un viaggio in solitaria….

Pensate a tutte le conseguenze che questo comporta (lasciare famiglia, amici, imparare una nuova lingua, essere soli in un paese sconosciuto, condizioni di vita e lavoro non ideali).

MA non preoccupatevi del fatto se avete o no la reale possibilità di partire!
Non voglio che pensiate se avete i soldi necessari, o i visti, se avete problemi di salute che non vi permetterebbero di partire… Concentratevi solo sul VOLERE partire e non sul POTERE.

Concedetevi il beneficio del sogno una volta ogni tanto 😉

[polldaddy poll=7701577]