Della serie “Buon anno!”

Questa mattina della serie “Buon anno nuovo a tutti”, ricevo una chiamata alle ore 6:15 dalla mia capa che mi comunica quanto segue: 

“Ciao Michela, questa notte qualcuno e’ entrato in negozio. E’ già arrivata la polizia per i primi accertamenti ma dovranno tornare a breve quindi quando arrivi non preoccuparti, non toccare nulla e siediti in attesa che arrivi!”

Mi preparo per raggiungere la pasticceria e arrivata a destinazione mi guardo un attimo attorno e sembrava tutto in ordine se non per la cassa buttata a terra e ovviamente vuota. Così entro in cucina, un po’ di scartoffie sul pavimento, qualche vassoio fuori posto, qualche drink sparito…..e cosa vedo alla fine?! Che i ladruncoli erano probabilmente affamati perché si sono letteralmente portati  via due interi stampi di Brownie e TUTTE le cupcakes fatte il giorno prima (erano circa una trentina)

Arriva la mia capa ed esordisco:” Ho visto che manca un po’ di roba dalla cucina…beh bisognerebbe quindi andarne fieri….vuol dire che cuciniamo bene ed hanno gradito! Hanno preso anche qualche confezione per impacchettare i dolci….chissà mai volessero fare un regalo, hai per caso notato se mancano anche i nastri per i fiocchi?! Lei con molta calma risponde:” Spero ci si strozzino con i fiocchi….” 

Momento di ilarità generale interrotto pero’ dall’arrivo di lei: l’agente della Polizia Forense!

Ma che e’?! CSI London?!

La ragazza aveva un capello rosso viola con ciuffo sparato verso destra, due occhietti che si e no’ si riuscivano a distinguere dalle guance, mani da camionista, cintura bella stretta in vita con vari arnesi incastrati dentro, sorriso da Top Gun e una misteriosa valigietta sottobraccio…la apre e cosa c’era dentro?!? La polverina bianca e il pennellino per raccogliere le impronte digitali!!!

Ah, in quel preciso momento mi sono sentita una star di un telefilm poliziesco…ma nello stesso tempo ho pensato:

“Si anche in Italia entrano i ladri in casa tua o nel tuo negozio e arriva la polizia forense per le impronte digitali”

E preciso che dopo mezzora dalla chiamata di intervento c’erano cinque poliziotti nel negozio, dopo due ore c’era la polizia forense e in più un agente ha chiamato la mia titolare dicendo che avrebbero controllato il prima possibile le telecamere poste all’angolo della strada per cercare di identificare i colpevoli.

Credo che a questo punto il confronto con l’Italia venga spontaneo no?!

One thought on “Della serie “Buon anno!”

  1. Erika ha detto:

    Bhè , il modo di agire dli inglesi e la loro integrità dovrebbe davvero servire da esempio all’Italia! Da noi se ti entrano i ladri in casa devi stare attento a non fargli male altrimenti vai in galeraaaaaaaa!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *