La mia intervista al sito “Mollotutto”

mollotutto

Qualche settimana fa sono stata contattata con mia grande sorpresa da Massimo Dallaglio del sito web www.mollotutto.com.

Mi è stata richiesta un’intervista per testimoniare la mia esperienza come italiana in viaggio. Dopo aver ricevuto e risposto alle domande via email, l’intervista è stata pubblicata.

intervista mollotutto

Mi sento onorata dell’opportunità di condividere con tutti i visitatori del sito Mollotutto la mia esperienza all’estero, ciò che sta dietro al mio voler esplorare il mondo e rendere partecipe chiunque di questo.

Perciò voglio fare un ringraziamento speciale a Massimo per questa opportunità e al sito Mollotutto.com per ospitare le mie parole nel proprio spazio.

Questo il link per l’intervista

Brisbane: come sono i trasporti?

brissitransports

Sin da prima di trasferirmi in Austalia ho compiuto ricerche su svariati argomenti tra i quali il sistema di trasporti a Brisbane. Questo perché sapevo che non avrei avuto una macchina e che quindi sarei stata dipendente da bus, treni ed aerei…..o dal mio pollice alzato!

E’ subito risultato chiaro che i trasporti australiani non hanno nulla a che fare con quelli londinesi ahimè! Con efficenza e frequenza molto ridotti  rispetto a quello a cui ero abituata a Londra, qui bisogna programmare gli spostamenti piuttosto bene prima di decidere di andare da qualche parte lontano!

Vivendo a Brisbane voglio focalizzarmi appunto sulla sua rete di trasporti senza andare a toccare le altre città o tutto il paese. I mezzi per spostarsi qui sono: BUS, TRENO, TRAGHETTO e TAXI/CAB (o la propria auto per chi ce l’ha!)

translinkshot

Cose da sapere
Primo:
sito internet TRANSLINK per i trasporti nelle regioni di Brisbane, Gold Coast e Sunshine Coast (le località più famose e trafficate dello stato del Queensland): questo il link.
Potete visualizzare mappe e programmare un viaggio con le varie connessioni e cambi che sono necessari per raggiungere una meta. Personalmente credo sia strutturato molto bene, con tanti link utili e sopratutto MAPPE chiare e dettagliate, cosa estremamente importante se sei nuovo della zona 😉

Secondo:
la GO CARD qui il link.

gocard
Cos’è la Gocard?
Per chi è stato a Londra: la Gocard equivale all’ Oyster card.
La Gocard è una tessera magnetica che permette di spostarsi nelle regioni di Brisbane, Gold Coast e Sunshine coast a prezzi molto più ridotti rispetto al normale biglietto cartaceo.
Ce ne sono 4 tipi: adulti (blu), anziani (bordeaux), bambini (arancio) e studenti (verde).  Va richiesta nei negozi free license sparsi in tutta la città, io sono andata al negozio chiamato 7eleven. Si paga una cauzione di 10 dollari che verrà restituita alla restituzione della tessera, si ricarica poi la Gocard di quanto si vuole.

7eleven

Negozi 7eleven


Terzo:
I mezzi pubblici GRATIS
SI! avete letto bene…..gratis. Esistono due mezzi pubblici che sono appunto gratis a Brisbane: il City Loop e il City Hopper.
CITY LOOP è un servizio di bus dal colore rosso che compie un determinato percorso in senso orario ed antiorario in cerchio intorno alla città. Basta recarsi alla fermata e saltarci sopra!

cityloopbus


CITY HOPPER è invece un servizio di traghetti, sempre dal colore rosso e come per il city loop, basta andare alla fermata questa volta sul fiume e saltare su questa barchetta per farsi una crociera sul Brisbane River gratis! Passa una volta ogni mezz’ora e compie un percorso circolare con determinate fermate.  Ve lo consiglio vivamente la sera, intorno all’orario del tramonto, vedete le luci della città che si riflettono sull’acqua e il cielo che prende un colore mozzafiato, tutto questo con il vento leggero che vi accarezza il viso!

cityhopperferry

Quarto:
Altri mezzi di trasporto sono:
City Ferry: traghetto a pagamento dove è possibile usare la Go Card
City Cat: traghetto a pagamento utilizzabile SOLO la Go Card

citycat
Bus: a pagamento dove è possibile usare la Go Card
Cab/Taxi: ci sono i Black and White cab raggiungibili al numero telefonico 133 222 e gli Yellow cab (che sono però arancio!) raggiungibili al numero 13 1924

cabs
City Cycle (questo il link): 2000 biciclette con tanto di elmetto a disposizione (senza elmetto si viene multati) posizionate in 150 stazioni sparse per tutta la città. Il servizio è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. E’ possibile utilizzare le biciclette gratuitamente in un tempo di mezz’ora dopo il quale subentra un costo. Qui di seguito la tabella dettagliata.

Tabella costi del noleggio city cycle

Tabella costi del noleggio city cycle

Alcuni link utili

Buon viaggio!

 

Natale in Aussie: done!

2011 Italia
2012 Inghilterra
2013 Australia

IMG_1992

Chissà il prossimo dove sarò 🙂

Oggi mi trovo a scrivere un nuovo post sul mio blog Around Upside Down come feci esattamente 365 giorni fa a Londra per la prima volta. Fu infatti il 26 Dicembre 2012 che decisi di aprire il mio diario online per condividere con tutti coloro che mi seguono i viaggi, le avventure, i pensieri, le opinioni e le esperienze che mi stanno riempiendo la vita in un modo eccezionalmente intenso.

IMG_1994

Si sa che il Natale è una festività da “famiglia” ma a volte non si ha questa possibilità.

Per svariati motivi nel corso della vita le situazioni cambiano, le persone vanno e vengono e ci ritroviamo dall’altra parte del mondo a trascorrere una festa come il Natale, così importante per la società nella quale  sono cresciuta, in modi che non avremmo nemmeno creduto possibili.

IMG_2010

Per me quest’anno è stato speciale…è il raggiungimento di un traguardo come la realizzazione di un sogno che ci fa apprezzare le piccole cose nella vita.

Due persone che vogliono a tutti i costi che tu trascorra il Natale con loro perché sei diventata una specie di “figlia adottiva”

Scoprire che sotto l’albero ci sono un paio di regali con su scritto il tuo nome (corretto tra l’altro!)

Vedere sulla tavola imbandita pasta al pesto con pomodorini secchi, mozzarella e vino italiano 

Persone curiose che si interrogano e vogliono sapere come gli italiani festeggiano il Natale, con quali dei tanti meravigliosi piatti ci riempiamo le pance fino a scoppiare, quando apriamo i regali, quando addobbiamo le nostre case e come.

Trascorrere un rilassato pomeriggio post abbuffata in piscina con 30 gradi invece  che di fronte al camino (adoro entrambi!)

Tornare a casa e vedere arrivare il vicino con una bottiglia di Moscato e il Panettone 

Scoprire che in fin dei conti ti sei davvero divertita e hai trascorso una festa “diversa” ma favolosa, contornata da persone che ti hanno aiutata a non pensare troppo a ciò che hai lasciato indietro ma a ciò che fa parte del presente…e a goderne soprattutto!

IMG_2019

Toffee!

Un grazie speciale a tutti coloro che hanno fatto di questa giornata un indimenticabile ricordo. Alla famiglia di Julie, Lucie e Toffee che mi ha adottata fin da quando ho messo piede in questa terra e che mi ha regalato un Natale stupendo in loro compagnia. Un ultimo grazie speciale al mio padrone di casa e al vicino che sono diventati un po’ i miei pilastri di sostegno qui a Brisbane.

xmas_home

A special thank you to everyone that helped to make this a wonderful day and an unforgettable moment. To the family of Julie, Lucie and Toffee that adopted me since I arrived in this land and that invited me to join their Christmas day. Also a big thank you to my landlord and my neighbor that became a huge part of my life here in Brisbane.

Obiettivo lavoro: RAGGIUNTO!

Chiosco sul sentiero che costeggia il fiume Brisbane

Chiosco sul sentiero che costeggia il fiume Brisbane

Dopo un mese e mezzo qui a Brisbane trascorso fondamentalmente a gioire i pochi risparmi guadagnati dopo aver lavorato 60 ore a settimana a Londra, era arrivato il momento di mettersi in moto seriamente per cercare lavoro.

Così martedì mattina, vestita di tutto punto per cercare di darmi un tono professionale (camicia, pantaloni e scarpe tutto rigorosamente nero!), armata di positività, un bel sorriso stampato in faccia e una busta trasparente con dentro un plico di 30 curriculum, parto in direzione della zona dove vivo.

Volevo appunto tentare la fortuna nel vicinato, chissà mai che siccome vivo un po’ fuori dal centro questo potesse tornare in mio favore: avevo questa speranza che ci potesse  essere meno competizione!

Fatto sta che dopo circa due ore di una routine che già mi era famigliare lasciando qualche curriculum qua e là, ricevendo risposte a volte disinteressate altre invece che lasciavano trasparire una nota di curiosità, sguardi interrogatori della serie:
“Ecco un’altra che cerca lavoro!”
oppure altri tipo:
“Oh…sentiamo un po’ cosa saprà fare questa qui!”
e dopo una pausa di emergenza su una panchina cercando di staccare i miei talloni dal bordo di quelle maledette scarpe che un cane avrebbe saputo realizzare meglio, mi incammino dolorante e scalza per tornare verso casa!

cappuccino

Mezzora dopo ricevo un sms da un numero sconosciuto che dice questo:

Michela, sono Adrien dal bar ………. Mi hai consegnato il tuo curriculum questa mattina. Sei libera oggi pomeriggio per venire e fare due chiacchiere veloci sulla tua disponibilità, capacità eccetera?
Grazie, Adrian

Ho avuto un attimo di panico perché avevo girato due ore ed ero entrata in svariati posti…..ma chi se lo ricordava quale fosse quello di cui parlava il messaggio?!?

Google maps salva sempre la situazione! 😉
Trovato il posto, rispondo immediatamente all’sms:

Certo che sono libera!!!!!!!! Quando devo venire???

Così un’ora più tardi ero al bar, seduta con il titolare a fare due parole sul lavoro e anche del più e del meno…che non guasta mai! Situazione assolutamente molto confortevole ed amichevole. Mi ha dato subito una bellissima sensazione essere li, questo sin da quando entrai per consegnare il cv qualche ora prima.

Dopo circa un quarto d’ora mi dice che posso andare a fare una prova di 4 ore il giorno dopo dalle 9 all’1, mi saluta, mi stringe la mano e mi sorride contento!

IMG_6208

Il giorno dopo ero pronta a dimostrare quanto valevo e tutto ciò che  ho imparato durante il tempo trascorso a lavorare a Londra!
Lo show era pronto per cominciare! 😉

Il lavoro consiste principalmente nel fare i caffè (svariati tipi che in Italia non ci sognamo nemmeno!), cosa che Adrien mi ha insegnato parzialmente durante questa prova, aiutare in cucina nella preparazione di panini e piatti veloci come insalate e tenere ordinati i tavoli e gli spazi in generale.

Alla fine delle 4 ore ci sediamo un attimo per tirare le somme e il titolare mi dice che è stato contentissimo e molto soddisfatto della mia prestazione e che comincio ufficialmente dopo le vacanze natalizie il 6 Gennaio!

Quindi anche questo obiettivo è stato raggiunto e direi che non è davvero male considerando che ho massimo 5 minuti a piedi da fare!

Alla prossima amici e grazie del supporto sulla pagina facebook di Around Upside Down!

Ma chi si rivede!

Rocca Estense a San Felice s/P Foto di Guido Piano

Rocca Estense a San Felice s/P
Foto di Guido Piano

Proprio ieri pomeriggio mentre ero a casa a lavorare, ovviamente sul mio blog il cellulare comincia a squillare. Immediatamente leggo il nome apparso sullo schermo e un enorme sorriso compare spontaneo sul mio volto……era Antonio!

Una piccola introduzione su Antonio: un amico di vecchia data risalente alle scuole medie frequentate dall’anno 1997 all’anno 2000 nel mio piccolo paesino di 11 mila anime in provincia di Modena. Abbiamo trascorso 3 anni nella stessa classe; lui se vogliamo dirla tutta era proprio un secchione! 😉 Scusa Antonio! Ma in fondo non è un’offesa anche perché la mia spesso è stata solo pura invidia della tua capacità nello studio….accidenti a me!

Concluse le scuole medie ognuno ha preso direzioni diverse, lui ha cominciato le scuole superiori in un paese vicino mentre io sono fuggita lontano, a 35 chilometri di distanza iniziando l’Istituto d’Arte in città a Modena (già allora avevo manie da viaggiatrice!). Ancora ringrazio me stessa per aver compiuto quella decisione ad Agosto del 2000.

Fatto sta che non siamo più rimasti molto in contatto, credo ci salutassimo se ci vedevamo in centro ma diversamente ognuno di noi, ed intendo tutti coloro che erano in classe con me iniziò un percorso diverso. Poi aggiungiamoci il fatto che non sono mai stata molto “di paese” e che quindi raramente mi si vedeva in giro.

Appena prima di trasferirmi qui in Australia un mese fa, uscii una sera con vecchi amici per bere qualcosa e chi ti incontro nel locale???? Lui, Antonio! 😀

Iniziammo a parlare del più e del meno come si fa con quelle persone che si perdono di vista durante gli anni e quasi subito salta fuori che entrambi, a distanza di soli 3 giorni ci saremmo trasferiti proprio in Australia! Questa fu una piacevole sorpresa, non avrei mai creduto possibile una cosa così, sopratutto ritrovarsi pochi giorni prima della partenza e scoprire di andare dall’altra parte del mondo nello stesso momento. La vita è strana!

Io ed Antonio in un bar a Brisbane

Io ed Antonio in un bar a Brisbane

Ritorniamo al presente.
Rispondo al telefono e: “Halo Halo!!! How are you???”
Io: “Ma ciaooooooo! Come stai? Dove sei?”
Lui: ” Bene grazie, sono a Brisbane!”
Io: “Cosa????? Fammi cambiare ed esco subito!”

Fu così che ieri pomeriggio ho rivisto il mio vecchio compagno delle scuole medie, a distanza di circa 13 anni, in un continente dall’altra parte del mondo, a migliaia di chilometri di distanza dalle nostre origini, seduti a bere un drink e chiacchierare dei vecchi tempi che furono, del presente e del futuro che sarà.

Emozionante!