Costo benzina: confronto Italia VS Australia

fuel

 

Bene italiani, il prezzo della benzina è finalmente calato, siete contenti?

Forse non proprio visto che pagate comunque il prezzo più alto d’Europa e il doppio rispetto a noi qui in Australia.

Da brava donna curiosa ho fatto un po’ di ricerca per capire come il prezzo della benzina viene stabilito così da confrontare la situazione nei due paesi.

Ecco cosa ho trovato (per semplificare userò solamente €):

  • PREZZO MEDIO DI 1 L DI BENZINA VERDE:
    ITALIA……………..€ 1,55
    AUSTRALIA……..€ 0,82
  • DA COSA E’ FORMATA QUESTA CIFRA:
    ITALIA
    costo carburante e guadagno gestore pompa…… 28/30%

    accise  50/52% + iva  22% = tot. tasse………………….. 70/72%

    AUSTRALIA
    costo carburante e guadagno gestore pompa…. 60%

    tasse……………………………………………………….. 40%


 

Ho inoltre trovato tutte le voci che specificano i costi delle ACCISE che si pagano in Italia…tanto per capire meglio cosa c’è dietro!

fonte: http://www.leggioggi.it

  • 0,000981 euro: finanziamento della guerra d’Etiopia del 1935-1936;
  • 0,00723 euro: finanziamento della crisi di Suez del 1956;
  • 0,00516 euro: ricostruzione post disastro del Vajont del 1963;
  • 0,00516 euro: ricostruzione post alluvione di Firenze del 1966;
  • 0,00516 euro: ricostruzione post terremoto del Belice del 1968;
  • 0,0511 euro: ricostruzione post terremoto del Friuli del 1976;
  • 0,0387 euro: ricostruzione post terremoto dell’Irpinia del 1980;
  • 0,106 euro: finanziamento della guerra del Libano del 1983;
  • 0,0114 euro: finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
  • 0,02 euro: rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004;
  • 0,005 euro: acquisto di autobus ecologici nel 2005;
  • 0,0051 euro: terremoto dell’Aquila del 2009;
  • da 0,0071 a 0,0055 euro: finanziamento alla cultura (ma molti parlarono di “cinema di quarta categoria…”) nel 2011;
  • 0,04 euro: arrivo di immigrati dopo la crisi libica del 2011;
  • 0,0089 euro: alluvione in Liguria e Toscana nel novembre 2011;
  • 0,082 euro (0,113 sul diesel): decreto “Salva Italia” nel dicembre 2011;
  • 0,02 euro: terremoti dell’Emilia del 2012;

Cosa ne pensate? Io lo trovo piuttosto assurdo ma a voi i commenti!

 

Voli: come arrivare a Londra

IMG_5053

La stagione estiva è ormai conclusa il che significa che i prezzi dei biglietti aerei sono di gran lunga inferiori alla media.

Se ad esempio fino a due settimane fa il prezzo di un biglietto andata-ritorno da Bologna per Londra era di circa 100 euro di media, ora e ancora di più nel giro di una settimana si potrà viaggiare a 45 euro di media… (senza contare il bagaglio da imbarcare ovviamente)

Se siete un po’ flessibili con i giorni ed orari allora potrete risparmiare ancora di più! Nelle righe che seguono illustrerò il mio modo di viaggiare, gli strumenti, i siti web e i metodi a cui personalmente ricorro quando mi devo spostare da Londra all’ Italia.

Come iniziare:

  • PRENOTAZIONE DEL VOLO: ho provato numerosi siti web di prenotazione voli ma non ho ancora trovato un sito migliore di SKYSCANNER (clicca per visualizzare il sito), in brevissimo tempo ed inserendo alcuni dati come il giorno in cui si pianifica la partenza, da dove si parte e dove si vuole arrivare, Skyscanner comincia una ricerca globale su un’infinità di siti per trovare i voli con i prezzi migliori, ed eventualmente si possono cambiare alcuni parametri di ricerca così da avere proposte più adatte alle proprie esigenze.

    skyscanner_logo

    Oltretutto le COMMISSIONI SONO a COSTO ZERO, il che significa servizio di ricerca e prenotazione gratis. Una volta trovato il vostro volo ideale non fate altro che cliccare sul pulsante di conferma e Skyscanner vi collegherà con il sito madre per attuare la vera prenotazione con il conseguente pagamento. Ora fate attenzione e controllate che il sito madre specifichi che IL COSTO DEL BIGLIETTO E’ QUELLO SPECIFICATO e che NON CI SONO ULTERIORI TASSE da pagare. Spesso questi costi supplementari sono piuttosto elevati.

    IMBARCO BAGAGLI: in quasi tutti i siti per la prenotazione di voli, l’imbarco del bagaglio ha un costo. Questo è un confronto tra tre compagnie aeree che uso e che credo siano le più utilizzate per i viaggi in Inghilterra.

  • Ryanair:  consentito in cabina un solo collo per persona (bagaglio a mano 10 kg delle dimensioni di 55cm x 40cm x 20cm) che significa che TUTTO deve rientrare nel bagaglio: borse, macchine fotografiche, computer ecc… Bagaglio da imbarcare: si può scegliere tra 15 kg o 20 kg e non è specificata una misura precisa.

    Easyjet:  consentito in cabina un solo collo per persona (bagaglio a mano 10 kg delle dimensioni di 50cm x 40cm x 20cm) che significa che TUTTO deve rientrare nel bagaglio: borse, macchine fotografiche, computer ecc… Bagaglio da imbarcare: peso complessivo di 20 kg (per complessivo si intende che potete ad esempio portare due borse ma il peso complessivo di entrambe non deve essere superiore ai 20 kg) e non è specificata una misura precisa.

    British Airways: consentito in cabina un bagaglio a mano della misura di 56cm x 45cm x 25cm con peso massimo di 23 kg + borsa portacomputer + borsetta da donna o ventiquattrore. Il bagaglio da imbarcare in stiva E’ COMPRESO NEL PREZZO DEL BIGLIETTO : misura di 90cm x 75 cm x 43cm con peso non superiore ai 23 kg

  • TRASFERIMENTO DALL’ AEROPORTO AL CENTRO CITTA’: se seguite i miei consigli state sicuri che troverete il modo più economico! Sono diventata piuttosto brava a risparmiare :p
    Ci sono principalmente due modi per raggiungere il centro di Londra: BUS o TRENO,  parlando del più economico quindi elimino subito il treno!
    Ci sono due compagnie di bus che effettuano questi trasferimenti dagli aeroporti e sono
    EASYBUS e TERRAVISION (cliccate sul nome per visualizzare il sito)
    Fare attenzione ad un particolare: i bus di Easybus sono molto piccoli, trasportano circa 15 persone e lo spazio per i bagagli è estremamente limitato. Se come me dovrete portarvi dietro un bagaglio di quelli da imbarcare (20-23 kg), su questo tipo di bus dovrete comprare un biglietto in più (come se ci fosse una seconda persona con voi) per avere il posto dove alloggiare la valigia. Questo problema non sussiste con la compagnia Terravision. I prezzi sono molto economici, difficilmente si superano i 10 euro a tratta o i 20 per andata-ritorno.

Terravision_YN57_FWF_on_Stansted_service

easybus-Londra

Una volta raggiunto il centro di Londra potrete spostarvi utilizzando il migliore sistema di trasporti AL MONDO! Scendete sottoterra e addentratevi nei tunnel della METROPOLITANA più antica del mondo  (chiamata amichevolmente da tutti Tube), oppure potrete chiamare un TAXI dal tipico colore nero (ma ce ne sono anche rosa con i pois neri…da vedere!), oppure salite sui mitici BUS ROSSI a due piani che sfrecciano nel traffico della city e ovviamente vanno al contrario per noi….un’esperienza un po’ disorientante se non ci siete abituati. Ma parlerò dei trasporti a Londra in un altro post…nel frattempo vi ringrazio e come sempre se vi occorre aiuto non esitate a scrivermi.
Buon viaggio!!!!