Solo Woman Road Trip: Kiama, NSW

kiama_march2015-6

Lasciate le Blue Mountains mi dirigo di nuovo verso la costa, l’oceano mi manca soprattutto durante la notte quando il rumore delle onde risuona intorno come una ninnananna.

kiama_march2015-60

Arrivo a Kiama, una cittadina che mi è stata suggerita da una coppia fantastica di ragazzi italiani Francesca e Marco 🙂 che conobbi a Sydney nel campeggio dove mi fermai per una settimana e che ringrazio infinitamente per le dritte!

Kiama è sicuramente un paese piacevole da visitare, piccolo, che si sviluppa ai lati della strada principale e che ha la fortuna di essere in una zona ricca di bellezze naturali e cose interessanti da vedere e fare.
Ma ciò che lo rende famoso è il BLOWHOLE (la traduzione in italiano è foro che spruzza) e si tratta dell’attrazione più nota nella zona.

kiama_march2015-59

Il Blowhole è appunto una cavità negli scogli adiacenti all’oceano. Quando il vento e le maree creano la corrente giusta proveniente da una specifica direzione, l’acqua viene spinta con forza verso le rocce e quando passa attraverso questo foro viene proiettata in aria come una GEISER fino a raggiungere anche i 60 metri di altezza. Questo avvenimento è accompagnato da un forte rumore, un boato che la prima volta mi face venire la pelle d’oca!

kiama_blowhole

Devo attendere un paio di giorni per vedere questa bellezza della natura all’opera e aspettare appunto per la corrente giusta, ma alla fine ne vale decisamente la pena e ho la possibilità di esercitarmi con la mia macchina fotografica nello scatto di immagini ad alta velocità.

kiama_march2015-13

Il FARO è proprio nello spiazzo appena prima della piattaforma dove c’è il Blowhole, un’altra attrazione di Kiama che è un piacere fotografare all’alba.

Se vi piace camminare non perdetevi il sentiero che da qui si dirige a nord e che vi porterà verso la spiaggia di KIAMA BEACH e che sale sul promontorio dal quale si ammira il panorama su tutta la zona sottostante.

kiama_march2015-17

 

kiama_march2015-20

Non fermatevi!

Continuate la camminata e discendete lentamente verso la costa e ritrovatevi quasi improvvisamente immersi in un paesaggio lunare, marziano,  che comunque mi ricorda un film di Kuprick! Siete arrivati alle CATHEDRAL ROCKS.

kiama_march2015-30

kiama_march2015-22

Il sito di Cathedral Rocks attira turisti sin dall’anno 1890 e la cosa non sorprende affatto poiché è facile venire attratti dalla sua insolita formazione rocciosa. Questi alti picchi sono formati da rocce vulcaniche che nonostante essere molto dure presentano tantissime giunture orizzontali. L’effetto dell’erosione di migliaia di anni ha lasciato queste colonne dalla forma squadrata e dal colore marrone intenso, un contrasto con il blu dell’oceano decisamente interessante e meraviglioso e che richiama l’attenzione di molti fotografi locali …. e non 🙂

kiama_march2015-39

Lasciate la costa e dirigetevi verso l’interno percorrendo Old Saddleback Road nella quale si trovano questi muretti al lato della strada costruiti con rocce e che ricordano molto le campagne scozzesi ed inglesi.

kiama_march2015-64

Il clima purtroppo non mi è favorevole e dopo 5 giorni trascorsi a Kiama nello stato del New South Wales, dopo aver conosciuto persone locali incredibilmente amichevoli e d’aiuto e dopo aver scovato una vite gigantesca conficcata nella ruota davanti destra della mia auto mi convinco che è il momento di ripartire continuando verso sud percorrendo la Princess Highway.

Stay tuned!