Stonehenge: la notte del solstizio

Solstizio d'estate a Stonehenge

Qualche sera fa, la notte tra il 20 ed il 21 giugno appunto, era il solstizio d’estate. Stavo vagando sul sito di Couchsurfing, annoiata ed in cerca di qualcosa da fare la sera; così vedo un evento che sarebbe cominciato di li a poche ore e proprio in uno dei luoghi che più mi affascinano al mondo….Stonehenge, il famoso cerchio di pietre megalitiche situato a pochi chilometri fuori Londra! Non aspettavo altro!

In poco meno di un’ora spulciando tutti i commenti all’evento, trovo un ragazzo che offre un passaggio in macchina e ha quattro posti liberi, così organizziamo il tutto e ci troviamo a Wimbledon per la partenza. La macchina è piena, siamo tutti stranieri, Italia, Polonia, Capo Verde, Cile e Algeria….ma da subito l’atmosfera si fa spumeggiante ed amichevole con quel qualcosa che ha reso degli sconosciuti una compagnia fantastica!
Dopo circa un’ora e mezza arriviamo a destinazione e da subito l’energia è enorme….curiosità, eccentricità, stupore, voglia di condividere e di esplorare, il tutto in una serata che accade una volta all’anno. Si perché solitamente il sito di Stonehenge è aperto si tutti i giorni, ma è consentito solo rimanere al di fuori di un certo perimetro, alcuni metri lontano dalle pietre…cosa che invece nelle due notti di solstizio (estate ed inverno) non accade ed è possibile letteralmente entrare nel cerchio e toccare le pietre!
Quella notte è stata per me un’esperienza unica nella vita: persone di tutti i tipi, razza ed età, insieme, per rendere gratitudine alla madre terra, per danzare al ritmo incessante e martellante dei tamburi suonati tutta la notte. per conoscere nuovi amici e per parlare delle proprie differenti culture e metterle a confronto, per imprimere immagini inusuali di una notte inusuale con la propria macchina fotografica cercando di carpire l’essenza e l’anima di quelle ore.
C’era la polizia presente sul posto che ha garantito sicurezza durante tutto l’evento: non si sono manifestati incidenti se non qualcuno troppo ubriaco per camminare che veniva sorretto da amici fino all’ambulanza ma niente di che tutto sommato.
Allego qualche link di video che ho registrato durante la nottata e la mattina seguente, spero rendano onore almeno in parte ai magnifici momenti che ho trascorso. Ringrazio i quattro nuovi amici che ho trovato e che mi hanno regalato un ricordo che rimarrà indelebile nella mia memoria e nel mio cuore per tutta la mia vita.
Grazie Josimar, Adolfo, Martyna e Mehdi 🙂

Stonehenge part 1

Stonehenge part 2

Stonehenge part 3