Medicare: come ottenere l’assicurazione sanitaria in Australia avendo un Working Holiday Visa

medicarelogo

Credit Photo: Wikipedia

Che cos’è?

E’ l’assicurazione sanitaria per tutti i residenti in Australia, equivale alla nostra MUTUA.

QUI il link alla pagina del dipartimento governativo australiano con tutte le info riguardanti la Medicare in italiano 

Perchè mi serve?

Qui in Australia le cure mediche sono molto costose, se vi capitasse qualcosa mentre siete su suolo australiano e malauguratamente aveste bisogno di andare all’ospedale o contattare un medico, una visita ecc…beh…AUGURI! Preparatevi a sborsare tanti bei dollaroni in mancanza della Medicare 🙂

Quanto costa?

NULLA, è completamente gratuita

Come faccio a ottenere la Medicare?

Procuratevi tutti i documenti necessari e non fate come me che sono dovuta andare 2 volte….managgia a me!
Cosa vi serve:

  • PASSAPORTO
  • TESSERA SANITARIA ITALIANA (la tesserina blu della mutua per intenderci)
  • COPIA STAMPATA DELLA EMAIL CON LA CONFERMA DEL VISTO (l’email che arriva da eVisa.WHM@immi.gov.au che dice che il visto è stato rilasciato e che appunto contiene il VISA GRANT NUMBER)

Recatevi ad uno degli uffici Medicare sparsi su tutto il territorio australiano (QUI il link) con tutti i documenti, una volta allo sportello dovrete dire che volete applicare per la Medicare e vi verrà dato un modulo da compilare e firmare (5 minuti di tempo!).

Vi arriverà a casa, ostello o dovunque risiedete in quel momento (io diedi l’indirizzo della famiglia che mi stava ospitando all’inizio) una lettera che contiene la tesserina della Medicare con il numero di riferimento, il vostro nome, cognome e la data di scadenza. Tempo di arrivo: un paio di settimane dall’applicazione.

Criteri per ottenere la Medicare?

I cittadini italiani hanno diritto a ricevere questa assicurazione sanitaria, così come chi proviene da altri paesi come Regno Unito, Nuova Zelanda, Irlanda, Svezia, Olanda, Finlandia, Belgio, Malta, Slovenia e Norvegia. Questo grazie ad un accordo fra tali paesi chiamato “Reciprocal Health Care Agreements” e che da diritto all’assistenza primaria in caso di incidente, ricovero in ospedale, cure mediche e per l’acquisto ad un costo minore di medicinali convenzionati con il Pharmaceutical Benefits Scheme (PBS) in farmacia.
Bisogna fornire la prova che si è residenti in uno di questi paese, nel nostro caso presentando la tesserina blu della mutua all’ufficio durante la richiesta della Medicare.

Quanto è la validità di questa assicurazione sanitaria?

6 MESI dal giorno dell’arrivo in Australia, fa fede il timbro sul passaporto.

 

IMG_7845

A cosa ho diritto?

  • Copertura totale dei costi dei servizi dei medici generici (l’equivalente del medico di famiglia in Italia)
  • Trattamento/Ricovero in un ospedale pubblico
  • Visite ottiche da un optometrista
  • Esami, Analisi varie, Raggi X
  • Agevolazione nell’acquisto in farmacia di alcuni medicinali sovvenzionati dal Repatriation Pharmaceutical Benefits Scheme (RPBS)
  • Trattamento di patologie che richiedono di recarsi in cliniche specializzate al di fuori degli ospedali pubblici (ad esempio se dovete fare fisioterapia e vi mandano in una clinica o studio vicino casa vostra)

N.B: alcuni costi sono a copertura parziale (il 75/85 % del totale è pagato, il resto dovrete pagarlo voi)

Cosa non copre la Medicare?

  • Ambulanza
  • Trattamenti in ospedali privati
  • Una percentuale del costo di alcuni trattamenti specifici
  • Dentista
  • Cure cominciate prima dell’arrivo in Australia

Come rinnovarla?

Ci sono due possibilità per rinnovare la propria Medicare

  • STIPULARE UNA POLIZZA PRIVATA con enti come BUPA o MEDIBANK al costo di minimo 90 dollari al mese (questo il prezzo da Bupa per chi è in possesso di Working Holiday Visa come me, con copertura base)
  • oppure USCIRE DAL PAESE E RIENTRARE dopo la scadenza della propria Medicare. Questo è il metodo non proprio convenzionale per il rinnovo….ma se devo essere sincera è proprio quello che sono prossima a fare! Una volta rientrati in Australia rifate la stessa procedura fatta all’inizio, recandovi all’ufficio per la richiesta con tutti i documenti.

 


QUESTO IL DOCUMENTO PDF IN ITALIANO CHE RIASSUME TUTTO CIO’ CHE RIGUARDA IL SERVIZIO MEDICARE

Medicare Italiano


Nella speranza di esservi stata utile, vi auguro buon viaggio!

“VIVETE, VIAGGIATE, SORRIDETE”

 

 

Working Holiday Visa per l’Australia: tutto quello che dovete sapere

vintage-world copy

Forse questo sarebbe dovuto essere uno dei primi post pubblicati riguardanti l’Australia……ma evidentemente ho preferito dare precedenza ad altro, scusate! 😉

Oggi voglio scrivere un post dedicato a come ottenere il visto chiamato Working Holiday Visa (subclass 417) per venire in Australia passo per passo così da chiarire ogni dubbio in chi come me ha deciso di trasferirsi dall’altra parte del mondo e in chi ci sta anche solo pensando (ottima scelta 😉

Innanzitutto: PERCHE’ RICHIEDERE un Working Holiday Visa?

Quali sono le ragioni per le quali si pensa di ottenere questo visto?
Beh, se sei in cerca d’avventura, vuoi metterti finalmente alla prova, vuoi buttarti  nell’esperienza unica di vivere per un periodo in un paese estero con la possibilità di essere completamente libero di viaggiare sul territorio ed eventualmente sostenere le tue spese lavorando…eccoti la risposta! Si perché con il Working Holiday Visa non hai nessun obbligo di lavorare a meno che tu non lo voglia…..o debba 🙁

byron bay

COSA TI PERMETTE QUESTO VISTO

  • Rimanere su territorio australiano per un massimo di 12 MESI
  • Viaggiare o lavorare…o entrambi!
  • Studiare (corsi di lingua e non solo) per un massimo di 4 mesi
  • Uscire e rientrare nel paese un numero illimitato di volte (ad esempio per una breve vacanza a Bali,  Malesia o Thailandia)
  • Assicurazione sanitaria di 6 mesi (da richiedere all’ufficio Medicare quando si arriva in Australia)
  • Richiedere un ABN (corrispondente della nostra partita IVA)
  • Ottenere un SECONDO WORKING HOLIDAY VISA (condizioni descritte più avanti nel post)

CONDIZIONI NECESSARIE PER OTTENERE IL VISTO

  • Avere un’età compresa tra i 18 ed i 31 anni NON COMPIUTI
  • Non avere figli a carico durante il soggiorno in Australia
  • Non avere precedenti penali
  • Avere un passaporto valido emesso da un paese eleggibile (Italia quindi va benissimo!)
  • Un fondo minimo di partenza (consigliato dal sito sull’immigrazione australiano e non obbligatorio!) di $ 5.000 pari a € 3.380

QUANTO COSTA il WORKING HOLIDAY VISA?

Ad oggi
$ 420
(dollari australiani) pari a € 284

LIMITAZIONI

  • Periodo di soggiorno massimo: 12 mesi. Dopodichè bisogna ovviamente lasciare il paese a meno che non si sia ottenuto il secondo Working Holiday Visa o uno Student Visa.
  • Massimo  6 MESI è il periodo durante il quale è consentito lavorare per lo stesso datore o la stessa compagnia. Alla scadenza di questi 6 mesi bisogna chiudere i rapporti di lavoro e cercare altro. Si può lavorare di nuovo nello stesso posto durante il secondo anno di visto

Fatta un po’ di premessa arriviamo al lato pratico

 

La prima cosa da fare è DECIDERE QUANDO PARTIRE!

Sedetevi comodamente sul divano con un calendario sotto mano e DECIDETE il periodo nel quale vorreste arrivare in Australia. In base a questo saprete quando richiedere il visto.
Dico questo perché dal momento in cui lo richiedete e questo viene approvato avrete UN ANNO per arrivare in Australia, quindi 12 mesi per organizzare il tutto e mettere effettivamente piede nella terra dei canguri! Dopo un anno dall’approvazione del Working Holiday Visa se non siete in Australia, il visto verrà cancellato e NON POTRETE MAI PIU’ RICHIEDERLO (è possibile infatti ottenerlo una volta sola).

immigov_1

La seconda cosa da fare è LA RICHIESTA DEL VISTO!

Deciso quando partire??? BENE! Ora dovete ottenere il visto!
SI FA TUTTO ONLINE in pochi minuti.

Andate sul sito del governo australiano http://www.immi.gov.au

Seguite le indicazioni presenti nella pagina principale per fare l’applicazione direttamente online: questo il link

Oppure scaricare il modulo PDF di cui vi lascio il link qui

Compilate tutte le voci e procedete al pagamento

Aspettate (ansiosamente!!!!) l’email che vi confermerà il fatto che il visto è stato approvato, VISA GRANTED 🙂

Tempi di approvazione del visto? Beh, il mio ci ha messo 5 giorni, altre persone che conosco l’hanno ottenuto in 2 ore ma in ogni caso il massimo che ho sentito è stato di 10/15 giorni, quindi non allarmatevi.

OTTENERE IL SECONDO Working Holiday Visa

Progettate di voler rimanere più a lungo in Australia…magari altri 12 mesi?
Si può ottenere un anno aggiuntivo dopo la scadenza del primo Working Holiday Visa ad una condizione:

COMPLETARE un periodo di lavoro di almeno 88 GIORNI (tre mesi) IN UNA FARM
durante il corso del primo anno di visto.

NOTA: NON è OBBLIGATORIO fare uso del secondo Working Holiday Visa subito dopo la scadenza del primo! Si può usarlo anche in seguito, dopo un anno o due o comunque prima del compimento dei 31 anni di età.
La richiesta del secondo anno può essere fatta quando si è ancora nel paese, non è quindi necessario uscire dall’Australia per completare la richiesta.

TIPOLOGIA DI LAVORO PER IL SECONDO WHV

Per farm si intende una struttura di una specifica tipologia situata in una zona rurale avente un determinato codice postale (che appunto determina dove la farm è situata in Australia). Trovate tutte le informazioni del documento PDF di cui vi lascio di nuovo il link qui (trovate inoltre l’elenco di tutti i codici postali considerati eleggibili per ottenere il secondo anno)

Elenco delle tipologie di farm

  • Raccolta frutta/verdura
  • Pesca
  • Allevamento bestiame
  • Coltivazione perle
  • Miniera
  • Costruzioni


ESISTONO DUE POSSIBILITA’ DI LAVORO IN FARM 

  • A PAGAMENTO
  • VOLONTARIATO

La prima possibilità è appunto quella A PAGAMENTO che significa lavorare in un’azienda ricevendo un salario, dovrete quindi provvedere al vostro vitto e alloggio.
La seconda possibilità è il lavoro VOLONTARIO oppure il  WWOOFING. Entrambe danno la possibilità di ottenere vitto e alloggio gratuitamente in una farm in cambio di alcune ore di lavoro al giorno (solitamente tra le 3 e le 6 ore giornaliere per 5/6 giorni a settimana)

Molti backpacker e viaggiatori optano per questa possibilità a meno che non si sia a corto di soldi! 🙂

Helpx

 

Wwoofing

Ecco i links dei siti nei quali trovare lavori in farm:

PRECISAZIONI:

  • Come già anticipato NON è NECESSARIO fare uso del secondo anno immediatamente dopo la scadenza del primo visto
  • Assicuratevi prima di cominciare a lavorare che la struttura (o le strutture) nella quale pensate di completare gli 88 giorni possa EFFETTIVAMENTE firmare le carte per ottenere il secondo Working Holiday Visa.
  • NON è OBBLIGATORIO completare gli 88 giorni di lavoro in farm NELLA STESSA STRUTTURA. Potete quindi fare ad esempio un mese in una farm, spostarvi, viaggiare ed esplorare il paese e ricominciare a lavorare in un’altra struttura per un altro mese, spostarvi nuovamente e completare gli 88 giorni in una terza struttura. Questo dipenderà da voi, da come sarete organizzati e da cosa vorrete fare durante il soggiorno.

Spero che questo lungo (lo so!) post possa essere utile

a chi sta cercando informazioni sul visto che

io attualmente possiedo e che mi sta dando la possibilità

di vivere un’esperienza unica

in una terra incredibilmente bella e generosa.

Non esitate a contattarmi per ulteriori info o nel caso abbiate suggerimenti in merito.

A presto
Buon viaggio